METABOLISMO - CHE TIPO SEI?

Scritto da: Nassim Jamalzadeh

|

|

Tempo di lettura 5 min

Tutti i processi biochimici, come la trasformazione delle sostanze nutritive provenienti dagli alimenti, il rifornimento energetico dell'organismo o il trasporto dei prodotti di scarto fuori dall'organismo, sono regolati da un metabolismo ben funzionante. Il tema "metabolismo" è spesso associato al peso e quindi alla forma del corpo. Anche questo è sostanzialmente corretto, poiché il metabolismo è influenzato da numerosi fattori che mantengono in equilibrio anche il peso. Qui abbiamo riassunto tutto quello che c'è da sapere sul metabolismo.

CONSIGLI GENERALI PER MIGLIORARE IL METABOLISMO

CONSUMARE LIQUIDI A SUFFICIENZA

Si consiglia di consumare 2-3 litri di liquidi - preferibilmente acqua - al giorno, a seconda del peso e della taglia corporea. Un'assunzione sufficiente di liquidi favorisce la digestione e aumenta il tasso metabolico basale. Pertanto, un'assunzione sufficiente di liquidi può essere responsabile della stimolazione del metabolismo. In particolare, è consigliabile l'acqua fredda, in quanto l'organismo deve spendere più energia per riscaldarla e portarla alla temperatura corporea.

ESERCIZIO

Lo sport può stimolare il metabolismo, poiché l'esercizio fisico regolare aumenta il tasso metabolico basale. A questo contribuiscono, tra l'altro, la massa muscolare accumulata e la sua regolare attivazione. Ricorda che l'esercizio quotidiano è il primo passo per rendere il movimento una parte naturale della tua routine. Un buon punto di partenza sono i famosi 10.000 passi al giorno.

Donna che corre per stimolare il metabolismo

DORMIRE A SUFFICIENZA

Non dimenticare la fase di recupero. Per un buon metabolismo è indispensabile dormire a sufficienza. Mentre si riposa, gli organi si rimettono a posto e fanno ordine. È preferibile stabilire orari e routine chiare per il sonno e una durata di 7-9 ore.

EVITARE LO STRESS

Come la mancanza di sonno, anche lo stress può avere un effetto negativo sul metabolismo. Gli studi dimostrano che molte persone tendono a mangiare in modo inconsapevole e disordinato quando sono stressate. Prendi quindi un po' di fiato e mantieni la calma più spesso.

ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA

In tutte le riflessioni, l'alimentazione va direttamente a braccetto con un metabolismo sano. MA: attenzione! Non esiste una dieta universale che vada bene per tutti. È importante scoprire in anticipo il proprio tipo metabolico, che è estremamente importante e determina cosa significa una dieta equilibrata per ogni individuo. Una cosa è certa: il nostro corpo ama la varietà.

Il cibo è informazione e noi vogliamo ricevere informazioni molto diverse.

I DIVERSI TIPI DI METABOLISMO

METABOLISMO DI TIPO 1: TIPO GLUCIDICO

Le persone con un metabolismo di tipo 1 convertono molto bene i carboidrati in energia. Se sei di tipo 1, i tuoi pasti sono costituiti principalmente da carboidrati. Preferite alimenti come pasta, patate, pane e riso. La distribuzione dei pasti potrebbe essere la seguente: circa il 60% di carboidrati, il 25% di proteine e circa il 15% di grassi. Senti raramente la fame e mangi solo quando hai veramente fame. Poiché il tuo corpo è raramente rifornito di energia, immagazzina tutto ciò che gli viene fornito. Per questo motivo è difficile mantenere il peso o addirittura dimagrire.

Il nostro consiglio: per una gestione del peso stabile e soprattutto a lungo termine, consigliamo di consumare nell'arco della giornata diversi pasti più piccoli e soprattutto variati, invece di tre pasti abbondanti, che possono essere utilizzati meglio dall'organismo. È inoltre importante consumare pasti regolari, altrimenti si rischia di andare in ipoglicemia se non si mangia da molto tempo. Per regolare il metabolismo, si consigliano i seguenti gruppi di alimenti: Carboidrati (cereali, frutta e verdura), latticini a basso contenuto di grassi (ricotta, formaggio, yogurt, cagliata), uova, legumi (fagioli, tofu, lenticchie, piselli), olio e grassi (solo in piccola quantità).

METABOLISMO DI TIPO 2: TIPO MISTO

Le persone con un metabolismo di tipo 2 possono processare tutti gli alimenti. Sembra fantastico? Sì, ma in questo caso è particolarmente importante una dieta equilibrata. Una dieta unilaterale comporterebbe uno stress per il metabolismo e quindi uno squilibrio. Perché si ingrassa solo quando si è mangiato troppo e non in modo equilibrato. La distribuzione dei pasti potrebbe essere la seguente: circa il 50% di carboidrati, il 30% di proteine e circa il 20% di grassi.

Il nostro consiglio: per una gestione del peso stabile e soprattutto a lungo termine, consigliamo di consumare tre pasti al giorno (preferibilmente a distanza di cinque ore l'uno dall'altro). A colazione e a pranzo si consiglia una dieta equilibrata di carboidrati, proteine e grassi. La sera si consiglia di assumere carboidrati solo sotto forma di verdure e insalata. Per regolare il metabolismo, si consigliano i seguenti gruppi di alimenti:

Carboidrati (cereali, verdura, frutta (ma in piccole quantità), proteine (carne, pesce, latticini, legumi), oli e grassi (noci, semi, olio da cucina, ecc.).


METABOLISMO DI TIPO 3: TIPO PROTEICO

Le persone con un metabolismo di tipo 3 riescono a ricavare energia soprattutto dalle proteine e dai grassi. Ciò significa che il tipo 3 ha bisogno di una dieta ricca di proteine e grassi, ma povera di carboidrati. La distribuzione dei pasti potrebbe essere la seguente: circa il 30% di carboidrati, circa il 50% di proteine e circa il 20% di grassi. Secondo quanto riportato, alcune persone con questo tipo metabolico soffrono di perdita di energia e affaticamento dopo un pasto ad alto contenuto di carboidrati. Il problema di questo tipo di metabolismo è che riesce a metabolizzare il cibo molto velocemente. Pertanto, i carboidrati (eccetto le fibre) vengono assorbiti molto bene dall'organismo, ma sono meno sazianti. Per questo motivo si consiglia di passare ai prodotti integrali, che sono più sazianti. In ogni caso, una dieta ricca di proteine e grassi è particolarmente indicata e dovrebbe costituire la maggior parte dell'alimentazione.

Il nostro consiglio: per una gestione stabile e a lungo termine del peso, si consiglia di consumare tre pasti al giorno (preferibilmente a distanza di cinque ore l'uno dall'altro). È importante prestare attenzione al giusto rapporto tra proteine, carboidrati e grassi e cercare di evitare gli spuntini tra i pasti! Per regolare il metabolismo, si consigliano i seguenti gruppi di alimenti: Proteine (carne, pesce, legumi, uova), latticini, oli e grassi (noci, semi, olio da cucina), carboidrati (soprattutto sotto forma di verdure).


E DI CHE TIPO SONO IO?

Il modo più semplice per scoprirlo è chiedere al proprio medico di famiglia se ne sa qualcosa. Il tipo metabolico può essere facilmente determinato con un'analisi della saliva o del sangue. Se il vostro medico non offre questo tipo di analisi, rivolgetevi a un internista o a un nutrizionista specializzato, che potrà aiutarvi e consigliarvi eventuali test. Esistono anche dei questionari sul vostro comportamento alimentare e sulla vostra reazione a determinati alimenti che possono darvi un primo orientamento.

CONCLUSIONI

il metabolismo umano è molto individuale e può essere diverso per ogni persona in diverse situazioni di vita. È importante non sottovalutare il metabolismo e dargli l'importanza che merita.

Per sostenervi nel vostro cammino metabolico, abbiamo anche degli orsetti per voi: Trust Your Gut Vitamins.

Il nostro ingrediente chiave è, come suggerisce il nome, l'aceto di mele! Da migliaia di anni l'aceto di mele viene assunto, tra l'altro, per tonificare, disintossicare, come prebiotico naturale e per le sue proprietà antibatteriche. Secondo alcuni studi, può anche stimolare il metabolismo.

Nassim Jamalzadeh: medico nutrizionista

L'autrice: NASSIM JAMALZADEH

La nutrizionista Nassim ha completato il suo Master in Nutrizione e Biomedicina all'Università Tecnica di Monaco ed è esperta in medicina nutrizionale e diritto alimentare.

Per saperne di più